Fraccaro Spumadoro - panettoni e dolci - linea biologica e vegana
Italiano
English
Français
Deutsch

Fraccaro Spumadoro: merende brioches torte dolci e brioches gelatoPasticceria: merende brioches torte e dolciPasticceria biologica: torte, dolci e croissants biologici e vegani

Natale 2017



Eccellente e Solidale


Un panettone, tre Presìdi a sostegno della Fondazione Slow Food.
La classica latta in metallo decorata con lo stile del panettone Eccellente e Solidale. Anche il bindello in cartone richiama le decorazioni della scatole. Formato 25x16,5 cm.

 

noi sosteniamo la biodiversità con Slow Food

SLOW FOOD e FRACCARO - inevitabile attrazione
Slow Food ha catalogato centinaia di prodotti a rischio di estinzione in tutto il mondo, incontrandone i produttori e promuovendo i loro lavoro. Nascono così i presìdi Slow Food, con un marchio, un regolamento e un disciplinare. Questa filosofia si sposa perfettamente con la coerenza della produzione di Fraccaro Spumadoro, la nostra attenzione agli ingredienti, il nostro lievito madre la cui tradizione da generazioni viene custodita dalla famiglia Fraccaro.

GLI INGREDIENTI
Per la preparazione del panettone si utilizzano tre Presìdi Slow Food: i datteri dell’oasi di Siwa in Egitto, la vaniglia di Mananara in Madagascar e gli agrumi del Gargano trasformati in canditi dal laboratorio Essenza Garganica di Rocco Afferrante, a Vico del Gargano (FG).

Tra gli ingredienti caratteristici rientra il levito madre ottenuto dalla fermentazione naturale della farina nell’acqua. A partire dal 1932, giornalmente, i Fraccaro si adoperano per mantenerlo in vita. Per la preparazione del panettone si utilizzano anche farina di grano di tipo 0 coltivata in Italia e acquistata dal Molino Bigolin di Rossano Veneto (VI); farina manitoba di origine canadese e acquistata dal Molino di Pordenone; zucchero prodotto da barbabietole coltivate in Italia e trasformate dall’azienda Italia Zuccheri di Minerbio (BO); burro di origine francese prodotto da Sas Beuralia di Quimper, Bretagna; uova dell’azienda Parmovo di Colorno (PR); miele di millefiori dell’azienda Gardin di Barbarano Vicentino (VI); oli essenziali estratti da agrumi coltivati in Sicilia e prodotti dall’azienda Aromatica Siciliana di Messina.

 

LA LAVORAZIONE
Il lievito madre, la farina, lo zucchero, le uova e il burro sono miscelati meccanicamente. Dopo circa 6 ore, si aggiunge all’impasto un altro quantitativo degli stessi ingredienti e si rimpasta. Dopo 12 ore, si miscela il tutto con la vaniglia, i datteri, i canditi, il miele e gli oli essenziali e si divide l’impasto in pezzi da un chilo. Quindi si fanno riposare per un’ora e si lavorano meccanicamente, si formano delle sfere e si sistemano negli stampi. Dopo 8-10 ore si imprime un taglio a croce al centro delle forme, che vengono cotte in forno per circa 1 ora. Terminata la cottura e prima del confezionamento, il panettone viene posto a riposare capovolto, in una cella di raffreddamento.

 

IL CONFEZIONAMENTO
Il prodotto è trasferito nell’impianto di confezionamento, dove viene insacchettato e confezionato in scatole di latta. L’etichetta narrante è un progetto Slow Food e racconta il prodotto, chi lo produce e tutta la filiera.